Offerta santi e patroni Se acquisti 2 o più prodotti della categoria Santi e Patroni, ognuno verrà scontato del 15%

{{dataProduct.TitleProduct}}

Codice prodotto:{{codeProduct}}
{{priceStartProd.priceUnit}}{{priceStartProd.priceDecimal}} {{priceStartProd.pricePromoUnit}}{{priceStartProd.pricePromoDecimal}}
{{priceStartProd.priceUnit}}{{priceStartProd.priceDecimal}}
{{priceVariant.otherPromoPriceUnit}}{{priceVariant.otherPromoPriceDecimal}} {{priceVariant.otherPriceUnit}}{{priceVariant.otherPriceDecimal}}
{{priceVariant.otherPriceUnit}}{{priceVariant.otherPriceDecimal}}
{{priceVariant.pricePromoUnit}}{{priceVariant.pricePromoDecimal}} {{priceVariant.priceUnit}}{{priceVariant.priceDecimal}}
{{priceVariant.priceUnit}}{{priceVariant.priceDecimal}}
{{priceVariant.otherPromoPriceUnit}}{{priceVariant.otherPromoPriceDecimal}}
{{priceVariant.otherPriceUnit}}{{priceVariant.otherPriceDecimal}}
Promo dal {{priceVariant.promotionFrom}} al {{priceVariant.promotionTo}} Promozione santo del giorno
{{l}}
Santo del giorno: {{day.Day}}
quantità : {{quantityUpdated | quantityZero:prodNonDisp:resources.quantityZero}}
Quantità minima ordinabile: {{quantityMin}}
Quantità  massima disponibile : {{quantityMax}}
avete selezionato :
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Blocco di legno su misura
Per rispondere alle esigenze di tutti i clienti, Demi Art offre la possibilità di poter personalizzare le dimensioni del blocco di legno, specificando LARGHEZZA, ALTEZZA e PROFONDITÀ desiderata in centimetri.

Il prezzo al metro cubo va a scaglioni a seconda della profondità e della larghezza. Il prezzo è uguale per il tiglio e il cirmolo (pino cembro):
1) max. 9 cm di profondità e 30 cm di larghezza
2) max. 9 cm di profondità e più di 30 cm di larghezza
3) max. 18 cm di profondità e max 30 cm di larghezza
4) max. 18 cm di profondità e oltre 30 cm di larghezza
5) oltre 18 cm di profondità indipendentemente dalla larghezza

Ad eccezione dei blocchi in legno con dimensioni max. 9 cm di profondità e 30 cm di larghezza, tutti gli altri blocchi in legno vengono lavorati e incollati usando più tavole per garantire la resistenza del blocco ed evitare crepe che metterebbero a repentaglio l'intero lavoro di intaglio.

Il tiglio è un legno facilmente lavorabile, compatto, tenero ma non troppo e consente sia scavi profondi che leggeri. Il legno di cirmolo è anche morbido ma contiene, a differenza del tiglio, molti nodi. Con il tempo si scurisce, ma diffonde un piacevole profumo che molti apprezzano.
Dimensioni consentite e fattore di conversione:
{{woodBlock.resources.WidthCheckString}}
{{woodBlock.resources.HeightCheckString}}
{{woodBlock.resources.DepthCheckString}}

Inserendo le dimensioni in pollici, i valori saranno arrotondati al cm intero superiore.

{{woodBlock.resources.MinOrder}}
Componi il tuo blocco di legno
{{units.unitMeasures['CM']}}
Pollici
Larghezza({{units.unitMeasureDesc}})
Altezza({{units.unitMeasureDesc}})
Profondità({{units.unitMeasureDesc}})
Quantità
Prezzo
La statua, abilmente scolpita e dipinta dagli abili artigiani Demi Art, raffigura San Lorenzo (Huesca, 225 - Roma, 10 agosto 258). Egli fu uno dei sette diaconi di Roma.

Le informazioni circa la vita di Lorenzo sono scarse e misteriose. Si ritiene che Lorenzo sia nato in Spagna, in un paesino nella zona di Aragona: Osca, vicino ai Pirenei. Fu mandato a Saragozza quando era ancora molto giovane, per completare gli studi umanistici e teologici. A Saragozza incontrò il futuro Papa Sisto II, il quale fu il maestro più famoso ed importante di Lorenzo, e tra di loro nacque un'amicizia. Entrambi lasciarono la Spagna per dirigersi a Roma. Nel 257 Sisto fu eletto vescovo, il quale a sua volta nominò Lorenzo arcidiacono di Roma. Tra i compiti affidati a Lorenzo c'era la gestione dei beni della Chiesa e la distribuzione delle elemosine tra i poveri. Nell'agosto del 258 l'imperatore Valeriano emanò un editto, imponendo che tutti i vescovi, i curati ed i diaconi venissero immediatamente condannati a morte. L'editto venne eseguito subito a Roma. Papa Sisto II fu catturato nel cimitero di San Callisto mentre celebrava la liturgia e fu subito ucciso. Dopo la morte di Sisto, Lorenzo distribuì tutti i beni possibili della Chiesa ai poveri. Pochi giorni dopo, decise di presentarsi di fronte al prefetto insieme ad un piccolo gruppo di persone povere, zoppe, cieche e sofferenti e disse: "la Chiesa è davvero ricca, molto più ricca che il vostro impero". L'atto di sfida lo condannò direttamente al martirio.
Il 10 agosto Lorenzo venne catturato e morì martirizzato a 33 anni. Il prefetto era così furioso che ordinò di preparare una graticola posta sul fuoco ardente su cui venne posto il corpo di Lorenzo. Subì questa pena a lungo, finché, secondo la leggenda, pronunciò la sua famosa frase: "Sono cotto da questa parte, girami dall'altra" Per questo motivo, Lorenzo è i patrono dei cuochi e degli chef. La graticola del martirio venne posta da Papa Pasquale II nella Chiesa di San Lorenzo a Lucina.
Dal 4° secolo Lorenzo fu uno dei martiri più venerati della Chiesa di Roma. La Chiesa costruita sopra la sua tomba divenne una delle sette chiese principali di Roma e il luogo favorito dei pellegrinaggi romani.
Dato che lo sciame meteorico delle Perseidi avviene ogni anno circa a metà agosto, sempre vicino al giorno dedicato a San Lorenzo (il 10 di agosto), alcuni si riferiscono alla pioggia di meteoriti come "le lacrime di San Lorenzo".
San Lorenzo è uno dei patroni di Roma e in questa città sono molte le chiese a lui dedicate, come San Lorenzo in Panisperna, il luogo in cui fu martirizzato. San Lorenzo oltre ad essere il patrono di cuochi e chef, lo è anche di bibliotecari, archivisti e di conciatori di pellame.
In questo giorno, inoltre, le reliquie (il capo bruciato) viene mostrato in vaticano per la venerazione. Per onorare San Lorenzo, Filippo II di Spagna costruì il Monastero dell'Escorial, la cui pianta ha la forma di una graticola.
Jacques Cartier, un esploratore francese, battezzò con il nome di San Lorenzo la più grande foce di fiume al mondo (vicino a Montreal, in Canada)

Per tradizione, Lorenzo venne condannato a San Lorenzo in Miranda, imprigionato a San Lorenzo in Fonte e martirizzato a San Lorenzo in Panisperna.
Il Sacro Graal è legato alla storia di San Lorenzo. Il Sacro Graal, secondo la tradizione cattolica, è una reliquia che venne inviata da San Lorenzo ai suoi genitori ad Aragona. Secondo la fede cristiana si ritiene che il Sacro Calice venne portato dalla sua famiglia all'interno del monastero di San Juan de la Peña. Oggi il Sacro Graal è venerato nella Cattedrale Cristiana di Valencia in Spagna.

La scultura in legno raffigurante San Lorenzo è disponibile nelle seguenti varianti: legno naturale, mordente, mordente 3 colori e legno colorato. La statua in legno di S. Lorenzo è disponibile per le varianti di maggiori dimensioni anche in legno grezzo e decorato con oro zecchino.

Curiosità
San Lorenzo è famoso anche perché viene citato nel film "Sotto il sole della Toscana", regia di Audrey Wells.
Questo film è una commedia romantica basata sul libro di memorie Frances Mayes.
La protagonista è una scrittrice che ha divorziato dal marito e decide di cambiare la sua vita, trasferendosi in Toscana, in una piccola città: Cortona.
Dopo una serie di eventi, il protagonista diventa il proprietario di una splendida villa da ristrutturare: Villa Bramasole.
Nel film c'è un cameo del regista italiano Mario Monicelli, che interpreta il vecchio che ogni mattina porta i fiori alla Vergine Maria sul muro di Bramasole.
In questo film troviamo bellissime immagini della campagna toscana e anche le chiese, in particolare la bella Cappella Medicea, che si trova sul retro della chiesa di San Lorenzo con le famose statue dell'Aurora e del Crepuscolo / Notte e Giorno di Michelangelo.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Siglacom - Internet Partner